Immortalità intermittente

Legno povero da bruciare che diventa scultura. Moduli assemblati che diventano foresta gotica, verticalità, direzione.

Ogni legno pulito ha evidenziato, sotto la corteccia, la sua identità vera, originale, la sua sofferenza e così la scoperta si è ampliata per rivelare un popolo intero, una tribù che tenta di convivere, che tenta di comunicare.

Bisogna ricreare la foresta, bisogna ricreare l’armonia anche in un bosco dove non ti incontri mai.

Immortalità intermittente

Materiali: ferro, legno di sambuco, terracotta

Dimensioni: h. 300