Superstiti

Materiali eterocliti, strani, singolari, trovati, usati che diventano canali di comunicazione. Come si legge un libro di poesie: parole che ne evocano altre coinvolgendo tutto di te. Uomo che trasmette e riceve, che si apre e si chiude secondo i suoi bisogni che cambiano nel tempo della vita e oltre.

Superstiti che possono rimanere in silenzio o animarsi riempiendosi di suoni e di colori, di parole o di gesti. Le tante pieghe della superficie, piccole o grandi, ci portano in terra per toccare di questa la pelle rugosa, ma anche nel cielo dove ondeggiano leggiadre ormai quasi prive del corpo.

Alessandra Berruti

Superstiti

Materiali: terracotta, ferro, legni e materiali dal mare

Dimensioni: varie